Seminario specializzato “I Meridiani del M° Masunaga”, Roma

Un tesoro che viene da lontano


Parliamo di shiatsu, anzi parliamo di come si possa arricchire il nostro bagaglio di shiatsuka partecipando ad un seminario tematico, proposto dalla nostra associazione e in prima persona
da David Hirsch. Lo scorso week end il nostro gruppo con base a Roma ha terminato la serie di 3 incontri sui kata di Masunaga che introducono alla ricerca intrapresa dal maestro giapponese e riportata in Italia da Mario Vatrini.

Ogni fine settimana una posizione: fianco, prona e supina interpretate da questo allievo di Namikoshi che ha sperimentato l’utilizzo di diversi strumenti e
posizioni e fondamentalmente un altro modo, mi viene da dire via, per esprimersi con lo shiatsu.
Quando alcuni anni fa mi avvicinai allo shiatsu mi piacque subito il lavoro della nostra accademia che lasciava poco spazio alle chiacchiere e ci permetteva di riscoprire la complessa semplicità del lavoro con le mani. Dopo aver seguito il corso di studi classico mi sentivo tra virgolette arrivato, avevo tante di quelle cose su cui lavorare che tutto quello che mi veniva proposto mi sembrava superfluo o non così importante. Penso che un po’tutti abbiamo pensato per un momento: “io farò sempre e solo il kata” oppure “ho faticato così tanto per memorizzare queste sequenze che non mi va più di rimettermi a studiare…” e così via.
Come mi diceva un istruttore dobbiamo dare il tempo al nostro corpo di assimilare le posizioni, affinare lo strumento per superare le rigidità sia fisiche che mentali e così far diventare nostro lo shiatsu che ci hanno insegnato. Parole sante, ma arriva il momento di rimettersi in gioco come studenti e vi auguro di sentire quel friccicorino dentro, come si dice a Roma, che vi fa scegliere un incontro di approfondimento su gli infiniti temi della nostra materia.


Questo seminario di David nasce per trasmettere, così come sono stati strutturati dal Maestro Masunaga, i kata , la filosofia e gli strumenti di lavoro di una tecnica che subito ci risulta familiare.
La troviamo nelle nostre sequenze di formazione, nei nostri metodi di raccolta dati e nelle definizioni di percorsi, estensioni e punti. Allora niente di nuovo direte, niente affatto.
Subito entriamo nel mondo della ricerca, perche di questo si tratta, e della evoluzione senza abbandonare le fondamenta, non una correzione, ma una nuova parola, non togliere, ma arricchire.
Allora scopriamo come tutto questo nuovo lavoro nasce per permettere a Tori di lavorare preservando i suoi strumenti, senza stressarli e codificandone di nuovi e, in alcuni casi, sorprendenti.
Allora qualcuno storce il naso quando cominciamo a usare il ginocchio per trattare un avambraccio o la gamba, fino ad accorgersi che anche lì c’e’ un mondo da esplorare, un altro attrezzo che possediamo “di serie “ e che ora entra a far parte del nostro shiatsu.
Poi finalmente, almeno per me che sono sempre stato pigro nel documentarmi, riscopriamo una delle radici dello “stile Accademia” e il lavoro della doppia pressione, il concetto di ascolto e di ricerca continua su quanto Tori ci racconta ad ogni nostro stimolo.
E poi ci si stira! Masunaga ci teneva a farci arrivare alla sua altezza! (1.90)
Scherzi a parte il programma contiene una serie di stiramenti che nei Kata intervallano il trattamento e che ci hanno un po’ messo in difficoltà in alcuni casi, ma che arricchiranno sicuramente i nostri trattamenti.
Il cuore forse di questo seminario, almeno per me, e’ la conferma del concetto di pressione svincolato dalle perpendicolarità fisiche. In altre parole l’uso dell’ Hara per portare le pressioni che ci pone sicuramente altre difficoltà, ma ci apre anche un mondo che definirei flessibile, plasmabile sulla nostra dimensione fisica. Il lavoro diventa sottile e si identifica sempre di più con Tori e i suoi strumenti e sulla connessione con Uke
E poi, da non sottovalutare, il confronto su materiale nuovo e vecchio con i compagni di studio e chi conduce il seminario: ci si ascolta e ci si confronta sulle difficolta’e le incertezze, sui dubbi e le paure che sono diverse da quelle dei primi giorni di shiatsu (ti faccio male? Sto premendo troppo? )
e che ti arricchiscono come le forme di Masunaga che stai applicando.

Che dire, io mi sento di consigliarvi questo seminario che mi ha dato molto e che mi tiene sempre sull’onda dello shiatsu visto che riesco a praticarlo poco e sicuramente meno di quanto vorrei.
Delle cose che ci ha detto David, un posto particolare lo voglio dare a queste parole: “questo è un tesoro che viene da lontano, Masunaga lo ha dato a Mario Vatrini e lui lo ha condiviso con me, ora io con voi…. Un tesoro che viene da lontano.”

Lorenzo

Non posso che ringraziare per le belle parole… aver l’onore e l’onere di passare queste belle suggestioni mi riempie di orgoglio per il meraviglioso lavoro che quotidianamente mi fa vivere lo shiatsu…

David

Annunci

2 thoughts on “Seminario specializzato “I Meridiani del M° Masunaga”, Roma

  1. Che dire….? Grazie Lorenzo per questa appassionata testimonianza, spendere ore del mio tempo per organizzare e seguire i corsi presso la sede di roma è così in parte compensata. D’altronde il faro che ci guida come associazione per lo shiatsu è quello di dare sempre opportunità per studiare , praticare approfondire ma sopratutto condividere insieme il nostro percorso,
    Grazie ancora Lorenzo e David e tutti i partecipanti. Mi auguro di rivedervi tutti per i prossimi appuntamenti organizzati a roma di cui troverete notizia sul nostro”POLLICINO” e sulla sezione di roma del sito

  2. Grazie a Lorenzo che ha saputo esprimere così bene le sensazioni e i sentimenti credo di tutti, sicuramente i miei. Un grande apprezzamento anche all’Accademia e ai suoi istruttori che attraverso questi seminari integrativi molto interessanti ci consentono di continuare a crescere sia come operatori che come persone.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...