Un nuovo progetto: Shiatsu in Libano (seconda parte)

(Prosegue da qui)

Questo slideshow richiede JavaScript.

SHIATSU ULTIMO GIORNO

Sono arrivata alla fine di quest’esperienza di shiatsu con le donne del campo di Burj el Shemali (Tiro, Libano), esperienza per molti versi nuova per me e “straniante”, ma intensa e coinvolgente.

Ore 17 Sabato 18 maggio, un mese esatto dal mio arrivo in Libano e dall’inizio del progetto “shiatsu al femminile”: tutte le 24 donne del corso sono pronte per la dimostrazione finale, tutte in seiza sui tatami che per l’occasione sono stati spostati nella sala teatro dalle finestre debitamente oscurate.

Tutte indossano fuseaux e casacche nere, (avevamo chiesto di vestirsi possibilmente dello stesso colore) i capelli trattenuti da semplici fasce, tutte hanno lasciato l’abaya e l’hijab, almeno per il tempo necessario all’esecuzione dei due kata appresi.

Si voleva una dimostrazione aperta a tutti e per questo io ed Olga avevamo loro proposto di invitare amici e parenti desiderosi di ricevere il trattamento che le allieve si apprestavano ad eseguire, per loro scelta l’invito è stato però rivolto solo a donne: dodici delle convenute hanno fatto da uke (così si chiama in gergo colui che riceve) mentre ventiquattro donne del corso (tori è il nome di chi esegue) si sono alternate nell’esecuzione del primo e del secondo kata.

E’ stato bello vederle concentrate nel contatto iniziale, mi sono quasi commossa nel seguirne le movenze che, dopo tanta fatica, finalmente avevano acquisito un ritmo lento ed omogeneo scandito da cinguettii di uccellini, sciacquettio di onde e melodiose note newage scelte per l’occasione.

L’esecuzione è durata circa un’ora e qualcosa deve aver comunicato anche al pubblico seduto, se si è verificato il “miracolo” di un silenzio quasi “religioso” anche da parte loro.

Dopo, tutte si sono rivestite e finalmente sono arrivati gli uomini, in primis i responsabili delle associazioni Al Ahloula e Assomoud coinvolte nel progetto.

Si è dato il via alle riprese e alle foto di gruppo, prima proibite, (ho capito che questo dell’abbigliamento, per le donne di qui, è un tabu profondo e inespugnabile) poi discorsi, commenti, ringraziamenti di rito, saluti e regali hanno concluso la giornata in uno scintillio di flash videocamere e telefonini.

Molte di loro e dei loro figli volevano un mio ricordo personale ed una foto con loro e solo per loro, così ho avuto anch’io il mio momento da star: non mi sono mai sentita tanto ripresa e richiesta!

Il tempo e la fatica, che alcuni giorni, alla fine delle lezioni, mi era sembrata così intensa, sono stati ben ripagati, quello che si dà con il cuore arriva al cuore e lo shiatsu, “l’arte di avere il cuore nelle mani” ha saputo ancora una volta parlare in vece nostra al cuore di tutte noi, aldilà delle differenze di lingua, cultura, tradizioni.

Il bello del dare è anche che si riceve sempre in “sovramisura”: porterò con me, nella routine solitaria e un po’ schizzata della nostra metropoli occidentale, il sorriso e gli occhi lucidi che tutte avevano mentre ritiravano la cartellina con il materiale del corso e l’attestato di partecipazione.

Pina Natale

Bourj el Shemali, 18 maggio 2013

 

Se volete informazioni su come poter partecipare o sostenere questo nuovo progetto, scriveteci a questo indirizzo:

info@shiatsudovolontariato.org

 

Annunci

One thought on “Un nuovo progetto: Shiatsu in Libano (seconda parte)

  1. Ovunque le nostre mani si appoggino, ovunque i nostri cuori si adagino, le nostre intenzioni accarezzino, i nostri occhi ci permettano uno sguardo, arriva l’anima serena dello Shiatsu Do.
    Appoggiamo le mani ed assaporiamo il gusto semplice dell’entrare in risonanza armonica.
    Non ci sono razze, non ci sono popoli, non ci sono frontiere. Lo Shiatsu Do non conosce barriere; si insinua sottile nella coscienza. e ci pervade.
    Grazie Pina, grazie alle donne del campo di Burj el Shemali
    Bernardo Corvi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...