Mobilità articolare nel Kata: seminario a BOLOGNA

Sabato 24 marzo 2018
dalle 15.00 alle 20.00

Questo seminario ci porterà ad approfondire un aspetto spesso nascosto nella pratica del kata: la mobilità articolare di Tori e di Uke.

Quando dobbiamo spostarci, passare dal samurai al seiza, sostenere un arto di Uke o accomodare la sua posizione, è opportuno avere rispetto delle possibilità di movimento di Uke, ma anche delle nostre; per preservare le articolazioni di entrambi e per far si che alla fine il trattamento possa portare beneficio a tutti e due.

Attraverso alcune sequenze specifiche di mobilità articolare, lavoreremo sulla capacità di ascolto di sé e dell’altro in relazione alla libertà di movimento delle articolazioni, riportando successivamente l’esperienza praticando il kata.

EVENTO APERTO A TUTTI GLI ASSOCIATI ACCADEMIA ITALIANA SHIATSU-DO

Volantino "Mobilitˆ articolare nel kata"

Annunci

Primo Convegno Nazionale: LO SHIATSU IN AMBITO SOCIALE

locandina convegno Shiatsu nel sociale apos 1.jpg

In occasione del convegno di cui sopra, Shiatsu Do Onlus ha il piacere di invitarvi per condividere esperienze significative, di questi anni di attività, alla luce dei principi ispiratori e della pratica dello Shiatsu in ambito sociale in Italia e all’estero.

L’evento, di cui potete scaricare il programma cliccando qui, si terrà  presso la Sala  Conferenze del Coni Point (Zona piscina Moletolo) via L. Anedda 5/a Parma. dalle ore 8.30 alle ore 14.00

La sala conferenze si trova a 500 mt. dalla uscita dell’autostrada A1 (dir. Parma Centro) ed è, raggiungibile dalla stazione FS con mezzi pubblici (linee autobus n. 7 o n. 2)

L’iscrizione è gratuita. E’ necessario registrarsi scrivendo a: info@shiatsudovolontariato.org  oppure  bernardo@fioreoriente.com

Per maggiori informazioni potrete chiamarmi al numero di telefono 3391209198

A presto
Bernardo Corvi

La sindrome di down non ferma Martina, è “regina” dello Shiatsu

Martina ha imparato lo Shiatsu in Accademia: i suoi compagni e i suoi istruttori sono orgogliosi dei risultati che ha raggiunto!
Brava davvero, cara Martina! Buon Shiatsu e Buona Vita!

Tratto da VareseNews del 13 Gennaio 2018

La giovane ha trovato lavoro in due centri nelle due città. Ha ricevuto la benemerenza cittadina nella città dei due galli. L’assessore bustocca Arabini si associa:”Motivo di orgoglio”

martina-marcatini-shiatsu-down-652046.610x431

Martina e il sogno dell’inclusione. Che si realizza: 19 anni, gallaratese, di professione operatore olistico, è la prima ragazza down al mondo a tentare un’impresa del genere. Attualmente opera come libera professionista anche all’Atelier Biotè di Busto Arsizio, oltre che al centro My Way di Gallarate: oggi è stata premiata dal Comune di Gallarate con una pergamena nell’ambito della Giornata Cittadina della Riconoscenza.

«Attenzione all’inclusione» è il commento dell’assessore al welfare e all’inclusione sociale della Città di Busto Arsizio, l’esponente di Forza Italia Miriam Arabini, che vede nella piccola grande storia di Martina Marcatini «una vicenda emblematica di come l’inclusione e l’integrazione delle persone con sindrome di down sia possibile, nei fatti». «Il fatto che questo accada anche a Busto Arsizio – aggiunge Miriam Arabini – non è che un motivo di orgoglio, oltre che uno stimolo a continuare a credere nelle politiche di inclusione e nell’attenzione che riserviamo, anche come amministrazione comunale, a tutto il mondo del terzo settore che si occupa del sostegno ai soggetti diversamente abili».

La protagonista di questa bella “favola” si chiama Martina Marcatini ed è originaria di Gallarate: nata il 10 agosto 1998, ha seguito i primi tre anni di Accademia Italiana Shiatsu Do di Milano, dove, settimanalmente, pratica shiatsu con studenti ed insegnanti per ripassare ed allenarsi. Partecipa poi a numerosi seminari di approfondimento in tutta Italia.

Le attività olistiche – Martina è un operatore olistico e del benessere – sono disciplinate in Italia dalla Legge 4/2013: ciò significa che Martina è abilitata a svolgere trattamenti, e non massaggi, in quanto lo shiatsu è un trattamento di riequilibrio energetico e non un massaggio a fini terapeutici. Inoltre Martina sta frequentando un corso di trattamento ayurvedico di base per avere ulteriori opportunità.

Martina è la prima ragazza down al mondo che tenta un’impresa di questo tipo, ma con la sua esperienza di vita potrebbe fare da apripista per altri ragazzi che vivono la sua condizione. Da circa due anni lavora presso il centro My Way a Gallarate, all’inizio per le ore di pratica certificata richieste dal corso shiatsu e poi come libera professionista con partita Iva come operatore olistico.

La protagonista di questa bella “favola” si chiama Martina Marcatini ed è originaria di Gallarate: nata il 10 agosto 1998, ha seguito i primi tre anni di Accademia Italiana Shiatsu Do di Milano, dove, settimanalmente, pratica shiatsu con studenti ed insegnanti per ripassare ed allenarsi. Partecipa poi a numerosi seminari di approfondimento in tutta Italia.

Le attività olistiche – Martina è un operatore olistico e del benessere – sono disciplinate in Italia dalla Legge 4/2013: ciò significa che Martina è abilitata a svolgere trattamenti, e non massaggi, in quanto lo shiatsu è un trattamento di riequilibrio energetico e non un massaggio a fini terapeutici. Inoltre Martina sta frequentando un corso di trattamento ayurvedico di base per avere ulteriori opportunità.

Martina è la prima ragazza down al mondo che tenta un’impresa di questo tipo, ma con la sua esperienza di vita potrebbe fare da apripista per altri ragazzi che vivono la sua condizione. Da circa due anni lavora presso il centro My Way a Gallarate, all’inizio per le ore di pratica certificata richieste dal corso shiatsu e poi come libera professionista con partita Iva come operatore olistico.