Soffi d’Autunno: seminario Shiatsu a Casa del Tibet

Il luogo è particolare e non so se dipenda dalla visita del Dalai Lama o dalla signora tibetana sempre nascosta in casa che però, prima che partissimo, ha fatto capolino, fatto sta che si sente effettivamente qualcosa, al di la delle solite stupide mistificazioni o dal romanticismo new age da quattro soldi. Il luogo in cui ho sentito di più è stato quella stanza con la foto del Dalai lama: credo che per il signore del museo quello sia un luogo dove va a pregare periodicamente.

L’idea fondante di fare si che le persone andassero a casa con qualcosa di mutato mi è sembrata molto buona. Credo che per qualcuno abbia funzionato, sicuramente ha funzionato per me. Per quanto mi riguarda, sia sul piano un pò piu “heart” degli esercizi di Sabrina (che non è mai degenerato in quelle situazioni stile new age dei miei stivali) sia sul piano apparentemente piu tecnico di alcune proposte come quella dello Shou Tai Yin mi sono sentito crescere come il germoglio di primavera.

Questo è un periodo (che dura già da qualche anno) in cui imparo e reimparo qualcosa che deve sicuramente avere a che fare con i misteri del cuore. Accettare, aspettare, ascoltare e altre amenità che in passato ho spesso liquidato come “debolezze”. Nel seminario a Votigno, nonostante la mia proverbiale irruenza o estroversione in più di una occasione, mi sono dato il tempo di mettermi “dietro” ad ascoltare o aspettare e “sospendere il giudizio”. Non sono sempre riuscito, ma sono riuscito in più di una occasione. Queste sono cose che non si imparano a scuola ma nella vita. Allora, forse, Votigno o lo Shiatsu sono una scuola di vita …o anche una scuola di vita.

Dunque… per fare l’originale, invece che “Buona Vita” vi dirò “Shalom Aleikem” (Mario).

Grazie a tutti di tutto,  per le belle foto, per i bei momenti passati insieme, per le esperienze condivise, per il vostro affetto, un abbraccio grande ed un arrivederci a presto! (Stefano)

Esperienza incredibile, profonda, unica. Rimarrà per sempre dentro di me. Quando mi hanno detto che questo seminario cambia le persone non avevo capito bene a cosa ci si riferisse… beh, ora ho capito! GRAZIE, GRAZIE, GRAZIE a tutte le persone che hanno partecipato e che hanno reso possibile questa immersione nelle mio profondo. A molto presto. (Nadia)

Ciao, in anzi tutto vi volevo ringraziare tanto della bella esperienza a Votigno: un posto magico, dove puoi chiarire le idee e riflettere sulla tua vita. Il seminario mi è piaciuto tanto. Quando abbiamo danzato la prima parola che mi è venuta in mente è stata “fede”, perché la fede va coltivata come la terra. Bisogna piantare i semi per vedere i frutti e poi va donata in giro affinché tutti possano conoscerla. Non tutti purtroppo capiranno e coglieranno il frutto ma l’importante è provarci a non far morire quel seme che noi tutti abbiamo dentro fin dalla nascita. Ma se non hai fiducia nel Cielo e nella Terra , cioè nel Padre, nel Figlio e lo Spirito Santo, che sta nel mezzo, non potrai mai far crescere quel seme importante per la nostra vita più di ogni altra cosa. (Lory)

Grazie! Bellissimo seminario e belle foto (l’idea dei pollici è splendida!) Seminario pieno di… tante cose belle! Siamo tornati a casa tutti più belli anche noi, secondo me… Un abbraccio a tutti! (Danila)

Le mie considerazioni in merito al seminario… Era tutto perfetto, ben articolato. Credo non ci sia nulla da aggiungere: ho apprezzato tantissimo il lavoro sulle nostre emozioni e sul respiro. Mi avete donato davvero molto e voi avete reso ancor più magico quel posto che lo è già di per sé. Bella atmosfera e belle persone; grazie per averci trasmesso l’amore nel fare Shiatsu, dell’ “essere qui ora”, del liberarci delle nostre paure… Ci sarebbero ancora molte cose da dire ma credo questo  l’essenziale. Grazie ancora, è stato un bel dono. (Anna Maria)

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

…Ritornare in carcere…

Nell’ambito del “progetto per il benessere del detenuto”, si è svolta la prima giornata di trattamenti Shiatsu al carcere “La Pulce” di Reggio Emilia.

Le prime 20 persone trattate oggi hanno espresso gioia per il nostro ritorno e profonda gratitudine  per i trattamenti ricevuti nell’ambito del progetto.

Circa 450 i trattamenti previsti da allievi e diplomati di Accademia Italiana Shiatsu-Do in sei mesi di lavoro ci porteranno ad un contatto profondo e ad una esperienza veramente significativa.

Siamo grati al direttore Paolo Madonna, alla dottoressa Maria Concetta Gambara e a Monica Franzoni per l’organizzazione oltre a tutti gli allievi e diplomati Accademia che hanno aderito amorevolmente all’ iniziativa.
Terremo informati tutti i lettori di questo blog sugli sviluppi del progetto.

Grazie di Cuore.
Bernardo Corvi

mani-carcere-OK-1166x480

Il defibrillatore porta il Cuore dello Shiatsu

Grazie al contributo di chi ha partecipato alla iniziativa siamo riusciti a raccogliere, attraverso trattamenti Shiatsu ad offerta, la cifra necessaria per acquistare un defibrillatore da donare ad una società sportiva del nostro paese.

Grazie al Banco Popolare di Lodi nella figura del suo direttore di filiale Michele Maestri per la concessione dei locali della filiale, grazie al Comune di Langhirano per il patrocinio concesso e alla Pro Loco di Langhirano.

Grazie sopratutto al Cuore grande di allievi e diplomati di Accademia Italiana Shiatsu Do per il loro contributo.

Grazie.
Di Cuore.

Bernardo Corvi

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

IL PROGETTO DI INTEGRACCIÒN ARMONICA E LO SHIATSU DO A CUBA

SAM_9903

Ho conosciuto Antonio Montero a La Havana, ai tavoli della “Cafeteria Fransese” antistante Plaza de Parque Central dedicata a Josè Marti, filosofo poeta e mente della cultura cubana.

Antonio e Olga, la sua compagna, sono un po’ in ritardo; arrivano da Matanzas in autostop.
Fino ad allora avevo solo intuito, leggendo gli scritti di Francisco, che cosa rappresentasse il progetto pensato dal professor Montero Averoff e che relazione avesse con il progetto Shiatsu Do. Nemmeno durante il nostro primo incontro ne ho avuta piena consapevolezza ma mi hanno colpito e messo nella giusta carreggiata, oltre che la nostra lunga chiacchierata, le sue grandi motivazioni, i progetti del futuro prossimo e, specialmente, il suo grande calore umano. Sapevo che nei giorni successivi avrei potuto capire meglio; avremmo vissuto insieme con lui e al suo gruppo, difatti, diverse significative esperienze di pratica.
Creatore del progetto di IntegrAcciòn Armonica, Il professore da quindici anni viaggia per tutta Cuba, per la maggior parte delle volte in autostop, per diffondere il suo progetto e il suo sogno.
I gruppi di IntegrAcciòn Armonica sono formati da operatori che, dopo aver seguito un lungo iter formativo, propongo taller: letteralmente botteghe, officine, laboratori; attività dirette alla comunità e alla famiglia. In ogni ciudad, nei barrios e nelle calles di Cuba si crea, grazie a quest’opportunità, la possibilità di stabilire una relazione che permetta all’interessato di riscoprire un modo di vivere con maggiore benessere fisico e mentale, grazie alle attività pratiche del programma tese alla formazione e allo sviluppo di un’armonia tra la mente, il corpo e la natura. Le finalità di questo progetto difatti sono, come dichiarato nel loro statuto, “attività di formazione di valori per una cultura di amore e preservazione di madre natura”.

DSCN0122

L’incontro con lo Shiatsu Do è stato per caso, come succede sempre con le grandi cose della vita. Un giorno uno degli studenti di un corso organizzato da Francisco, gli parla della sua organizzazione e gli propone un incontro. Viene dunque organizzato prima un incontro successivamente un seminario, dove parteciperanno oltre quaranta persone, in un grande salone situato in una scuola piena di detriti e allo sfascio, sede della escuela cubana de Ju Jitsu.
Questo seminario segna l’inizio di una delle pagine più fruttifere nella storia dello Shiatsu Do a Cuba proprio perché, qui, sono integralemente trasmesse e colte le sensazioni e lo spirito dello Shiatsu Do.
“Sono bastati due laboratori alla Habana ed uno a Colon perché apparissero i primi innamorati dello Shiatsu Do con la scoperta della possibilità di offrire un servizio per il risveglio della coscienza interiore dell’essere umano…” dichiarerà Montero.

Tuto ciò ha portato alla progettazione di formazione di promotori e operatori comunitari di Shiatsu Do poiché, in base al gradimento unanimemente espresso, Antonio, il presidente, ha deciso in sintonia con gli altri soci, di inserire lo Shiatsu Do come pratica sociale e formativa per tutti gli istruttori. Nei documenti ufficiali che descrivono l’attività e la mission del progetto di Integrazione Armonica, è riportato testuale:
“…L’istruttore che per il suo grado di specializzazione padroneggia i differenti esercizi basici di carattere bionaturale potrà introdurli nella sua dinamica di lavoro; rappresentando i principi fondamentali della formazione professionale e loro metodologie come lo Shiatsu Do.
…Per gli istruttori della IntegrAcciòn Armonica contare sullo Shiatsu Do vuol dire contare su uno strumento meraviglioso per il suo obiettivo di dare un servizio a tutti gli individui del nostro gruppo per la riscoperta di un modo di vivere con maggior salute fisica e mentale.
… noi lo offriamo come un’attività di relazione amabile tra due persone con la finalità di sentirsi bene e avere un’esperienza meravigliosa tra due esseri umani e questo indubbiamente è coincidente con il nostro progetto comunitario della scuola, i suoi obiettivi e principi”.
È stato commovente praticare insieme al gruppo al gran completo nello stesso luogo che ha accolto l’embrione di tutto progetto di collaborazione tra Integrazione Armonica e Shiatsu Do e consegnare, insieme con un emozionato Francisco e agli altri componenti della “delegazione italiana”, gli attestati di “Operador de Shiatsu Do de primero nivel” e di “Promotor de talleres de Shiatsu Do”.
È stato emozionante partecipare come insegnati a un laboratorio di approfondimento della tecnica di palmo e utilizzo di pollici affiancati, nella casa messa a disposizione da Antonio Montero e attrezzata per la pratica, con cartoni stesi a terra.
È stato coinvolgente partecipare alle riprese di una puntata, dedicata alla Shiatsu Do, del documentario di otto puntate realizzzato dalla televisione di Matanzas incentrato sul progetto di Integrazione Armonica; progetto conosciuto ormai in tutta Cuba e perseguito da un gruppo di persone alle cui spalle non esiste nessuna istituzione ufficiale ad appoggiarli.
Vorrei riportare solo alcune delle dichiarazioni del professor Antonio Montero riportate nelle sue relazioni ufficiali: “… lo Shiatsu Do proposto dall’associazione di volontariato italiana assume sempre maggior importanza nel nostro lavoro… perché è un’espressione assai coincidente con i principi e i fondamenti dell’Integraccion Armonica.
Ricevano i membri dell’Associazione di Volontariato Shiatsu Do un fraterno saluto e sappiano che possono contare su di noi per diffondere il loro meraviglioso lavoro non solo nel nostro paese ma anche in altre parti dell’America. Le nostre porte sono aperte per ricevervi e condividere lo Shiatsu Do che ci permette di rendere un poco più felici i membri della nostra specie umana”.

SAM_9895

Riporterò nei prossimi interventi su questo blog altre esperienze vissute a Cuba lo scorso ottobre per documentare, con le nostre parole e le nostre fotografie, l’importanza di un progetto grande e ammirevole: Il progetto Shiatsu Do a Cuba. È auspicabile che ci si convinca di quanto sia importante diffondere e sostenere, anche economicamente, un disegno che mostri a tutti il vero valore di una pratica, quella dello Shiatsu, la cui virtù reale è in stretta relazione con i principi dei valori profondi della vita di ognuno.
Vorrei salutare tutti con la parola africana utilizzata come motto ufficiale dell’Associazione di Integrazione Armonica:
“Ubuntu: tutti siamo uno”

Questo slideshow richiede JavaScript.

Cercando il Tao in Chiapas

Hasta magnana dal Chiapas, amigos

Scriviamo dal centro Internazionale Shiatsu Do di San Cristobal de las Casas.

La situazione, qui, é frizzante. Abbiamo iniziato un 2PP con un gruppo di allievi che ci stavano aspettando. Insieme a me Vanessa, la nostra istruttrice Mexicanita, ha condiviso l’esperienza con gli allievi. La situazione qui é rivolta al futuro. Le opportunità sono tante e, una parte di queste, le stiamo assaporando insieme. Abbiamo organizzato una giornata di raccolta fondi attraverso trattamenti Shiatsu per sostenere l’amica Chari bisognosa di cure molto costose. Questo la porta a non poter lavorare da tanto tempo. Il piccolo aiuto che le abbiamo elargito con il cuore, la sosterrà un poco. La prossima settimana inizieremo un laboratorio con l’orchestra sinfonica di stato del Chiapas a Tuxtla, la capitale. Il tutto in questa magnifica cornice che é lo stato del Chiapas. Qui tutto é colore, odore, suono. Ogni sera in tutti i locali suonano musica. Le donne indio vendono stoffe dai mille colori, il profumo delle tosterie di caffè arriva lontano. Tra pranzi vegetariani, visite alle comunità, acquisti nelle comunità zapatiste, o cooperative, il tempo scorre in una dimensione veramente taoista, siamo immersi completamente nel “Qui e Ora”. Vi terremo aggiornati man mano che i progetti verrano eseguiti. Nel frattempo, in attesa del secondo week end di corso, venerdì, sabato e domenica prossimi, vi stiamo scrivendo da una sala da tè giapponese.

Vanessa e il gruppo di Shiatsu vorrebbero averi qui numerosi, in modo da poter approfittare della vostra presenza per organizzare ancora più lavoro e per una maggiore diffusione dello Shiatsu Do, ricordando sempre che lo Shiatsu non é un massaggio ma è un messaggio. Ora lo é anche internazionale.

Saluti a tutti

Bernardo y Vanessa.

Questo slideshow richiede JavaScript.

“Gli Angeli dello Shiatsu”: superare lo shock del terremoto. Il nuovo libro di Bernardo Corvi.

gli angeli dello shiatsu

Il nuovo libro di Bernardo Corvi, DB Communication editore, racconta l’esperienza di 70 operatori volontari provenienti da tutta Italia con l’intenzione di portare un momento di sollievo alle persone colpite dal terremoto in Emilia.

Diversi diplomati e molti allievi, anche dei primi percorsi, di Accademia Italiana Shiatsu Do si sono uniti ad allievi e diplomati provenienti da altre scuole per formare un esercito della speranza che ha portato, attraverso la pratica dello Shiatsu Do, Amore, Speranza, Conforto a persone che, per un destino difficile, si sono trovate in un attimo ad aver perso tutto.

Un diario che raccoglie Emozioni, Dolore, monenti di profonda Gratitudine, vissuti insieme ad un popolo coraggioso pronto a rinascere dalle proprie macerie.

Un documento che testimonia il valore sociale della pratica dello Shiatsu Do anche nelle situazioni di disagio più profondo.

Bernardo Corvi, istruttore di Accademia Italiana Shiatsu Do, è stato il referente per il progetto di Shiatsu Do volontariato nelle tendopoli eseguito in collaborazione e sotto l’autorizzazione del comune di Mirandola. Tutto il ricavato della vendita di questo libro verrà devoluto a Shiatsu Do Volontariato Onlus ed utilizzato per il sostegno ad attività di volontariato in Italia e all’estero.

Per chi volesse già da ora acuistarlo, sarà sufficiente prenotarlo cliccando qui o sulla locandina qui sopra.

Per chi acquisterà il libro in omaggio il link per scaricare il video originale “Gli Angeli dello Shiatsu”.