INNO NAZIONALE DI CUBA APRE LA CERIMONIA DELLA CONSEGNA DEI DIPLOMI DI PROMOTORI DI SHIATSU DO

SAM_4509Pur riconoscendo la consuetudine cubana di cantare l’inno nazionale nei momenti significativi della vita sociale come per esempio l’inizio delle lezioni scolastiche, sentirlo in occasione della cerimonia della consegna dei diplomi di operatore di Shiatsu Do in concomitanza del 13° anniversario delle attività del Progetto Comunitario Integr-Accion Armonica, altra coincidenza non marginale, mi ha procurato una strana emozione come se la più che decennale esperienza cubana, con la sua mappa originale e imprevedibile di luoghi ed eventi, ci avesse portato infine in un luogo e tempo dove lo Shiatsu Do potesse vivere una cubania perfetta.

Così iniziò una cerimonia di cui mi risulta difficile scriverne il resoconto perchè le splendide parole, gli abbracci come tra amici di antica data, i sentimenti eco di nobili parole che riconoscevano lo Shiatsu Do degno dei loro ideali e delle loro utopie, tutto questo diventa retorico se non vissuto condividendo le vite di queste persone con tutti i dettagli della quotidianità dove, con poche risorse ma molta generosità, si affrontavano e si risolvevano le difficoltà del trasporto dell’alloggio, del cibo.

Sento come un pudore a raccontare senza che i miei ipotetici lettori possano condividere in loco l’umanità, la generosità e l’affetto di quelle persone.
Per dovere di cronista mi limiterò a dire che la cerimonia di consegna dei diplomi di onore al sottoscritto ed ai promotori di Shiatsu Do si è svolta in una atmosfera dove la parola insolita ed esotica “Shiatsu Do” era tradotta in altre parole facilmente riconosciute: affetto, fiducia, ben-essere, condivisione, passione per un futuro di pratica e diffusione.

Molte volte nella mia lunga storia di shiatsu cubano mi sono sentito sfiduciato ed incerto a proseguire, ma questa esperienza questo incontro questi abbracci mi hanno consolato e confermato che i tempi della vita non sono i tempi dell’io e sempre la vita, se uno continua ad avere fiducia, ricompensa e riequilibria.

A suo modo, quando come e dove lo ritenga opportuno.

Mai, nei miei sforzi mentali di individuare scenari realistici e possibili per lo Shiatsu Do cubano, ho potuto prevedere questo capitolo della storia, a conferma che lo Shiatsu Do è imprevedibile come la vita.

Come mi consigliavano i saggi taoisti e come mi ricordò l’anziana signora del convento di Belen dopo un trattamento:

Lo Shiatsu Do è la Vita.

Gli abbracci i sorrisi le parole affettuose di ciascuna di quelle persone non erano altro che l’eco commosso di questa parole.

STORIA DEL PROGETTO “Convento di Belen”: PASSATO, PRESENTE E FUTURO

100_1257Come ricorderanno gli affezionati lettori, il Convento di Belen è l’istituzione più importante e prestigiosa della Habana, direi di Cuba, per le attività di sostegno agli “adultos mayores” (anziani).

Vero fiore all’occhiello del governo locale, guidato dal carismatico Historiador de La Habana, Eusebio Leal, situato negli splendidi locali ristrutturati in un’area degli immensi spazi dell’antico Convento di Belen, ha conseguito un indiscusso prestigio nazionale ed internazionale.

In questa istituzione dove entrare non facile per il rigore nella scelta delle collaborazioni, si è realizzato quello che riteniamo il progetto più importante e coinvolgente della nostra storia cubana tanto da meritare l’appellativo “il cuore dello Shiatsu Do a Cuba”

IL PASSATO

P1000137Superato l’esame di ammissione abbiamo iniziato, io e due operatrici cubane, i trattamenti con gli anziani. I risultati riconoscibili a vista, i commenti delle persone, il loro affetto e la loro richiesta di ampliare la attività, hanno sciolto i dubbi e le ansie di verifiche scientifiche dei responsabili del Convento, (ricordo la lettera del direttore che confermava i cambiamenti positivi sul piano fisico, osteoarticolare e spirituale delle persone trattate), hanno convinto della efficacia dello Shiatsu Do e dell’opportunità di estendere il servizio per cui fu firmato l’accordo per realizzare un Corso di formazione di operatori per anziani con l’avallo della Cooperacion Internacional della Habana.

Il corso si è concluso in febbraio con la consegna di 12 diplomi a nuovi operatori durante una calorosa assemblea generale degli ospiti che hanno accolto con entusiasmo la notizia della futura ripresa dei trattamenti allargata a più persone. Non è casuale che il responsabile dello Shiatsu Do nel Convento, Julio Cesar Zaldivar, mi confessava che sì loro proponevano il medico ma quelli rispondevano che volevano lo Shiatsu Do!

IL PRESENTE

Attualmente un gruppo di 4 – 5 operatori cubani, a cui si aggiunge il sottoscritto quando è a Cuba, tratta un gruppo di ospiti ogni giovedì pomeriggio per un ciclo di 4 trattamenti. Ancora volta l’aspetto più toccante di questi incontri è il cambiamento luminoso del loro viso, il loro sorriso ed il loro calore quando ci abbracciamo. Qualcosa di profondo è cambiato nel loro modo di sentire la vita, invisibile ma non per questo meno importante: si sono riconciliati con la loro vita per come si manifesta e sono felici e grati.

L’immagine della signora che si alza e con la espressività della sua cultura afro cubana ride e quasi canta e balla per il essere ritornata, come dichiara al gruppo, allo spirito ed ai desideri degli ahimè ormai lontani 15 anni, credo che sia una delle più belle immagini a raccontare della gioia della vita quando immemori dello specchio ci si lasci pervadere della sua incontenibile vitalità.

I trattamenti fanno ora parte delle attività fisse del Convento, augurandosi che si possa sostenere gli operatori cubani nel loro impegno, non facile da conciliare con le difficoltà e le esigenze della vita quotidiana, aspetto che rende l’attività di volontariato cubano (tutte le attività esterne nel convento non sono retribuite) così impegnativa e diversa da quella che conosciamo in occidente.

IL FUTURO POSSIBILE

100_1895I risultati ottenuti e l’atmosfera di fiducia che si è creata tra l’associazione di volontariato Shiatsu Do e i responsabili del Convento hanno convinto gli stessi ha proporre un nuovo corso di formazione per operatori Shiatsu Do ancora più ambizioso:

PROGETTO DI FORMAZIONE OPERATORI DI SHIATSU DO PER GIOVANI CON RISCHIO SOCIALE E CULTURALE DELLA COMUNITA´ DI BELEN NEL MUNICIPIO DELLA HABANA VIEJA

Dopo l´esperienza di trattamenti con gli anziani del Convento de Belen e la realizzazione del primo corso di formazione d´operatori di Shiatsu Do per anziani l’associazione di volontariato presenta un nuovo progetto che ha lo scopo di fornire una formazione di operatori a livello professionale che possa aiutare i giovani in un processo d´integrazione sociale, culturale ed economica.

Dalle varie motivazioni presenti nel testo del progetto stralciamo alcune frasi:

…Il progetto ha lo scopo di fornire una formazione di operatori a livello professionale che possa aiutare i giovani in un processo d´integrazione sociale, culturale ed economica…

…Per le caratteristiche della formazione che è integrale… gli studenti alla fine físicamente godono di una migliore vitalità, sono più rilassati e sicuri nell’affrontare le sfide della vita quotidiana e soprattutto riconoscono il valore delle persone qualunque siano le caratteristiche perché piu´ sensibili all’aspetto umano per i suoi valori spirituali piuttosto che materiali…

…Le esperienze di trattamenti che si realizzano nel corso e nel tirocinio esterno con amici, familiari, vicini, per le manifestazioni indubbie di gradimento e di affetto, migliorano di molto la personale valutazione ed autostima…

Lo Shiatsu Do è soprattutto una nuova maniera di relazionarsi con gli altri, maniera che non si manifesta solo per il tempo dei trattamenti ma in tutte le relazioni: lo Shiatsu insegnato dalla nostra e dalla scuola cubana è una metafora di una maniera differente di vivere la vita e le relazioni interpersonali.

Il corso dovrebbe essere realizzato nei nuovi locali di un altro ex convento splendidamente restaurato e seconda casa di accoglienza per adultos mayores.

L’idea di praticare lo Shiatsu Do in spazi dove si respira ancora l’atmosfera di pensieri e sentimenti in contatto col divino procura una particolare emozione al pensiero di esserne sfiorati e rende l’idea del progetto particolarmente affascinante sul piano psicologico, sociale ed anche didattico, perchè sicuramente gli obiettivi non sono dei più facili e scontati.

Da Cuba, un sentito ringraziamento…

La familia– de operadores y adultos mayores, quiere que esta foto sea el recuerdo de todo el cariño compartido y vivido, al final del ciclo de los tratamientos de Shiatsu-Do en el Convento Belén (Avana/Cuba) deseando que lo más rápido posible,  se pueda ver una segunda foto, una tercera,…

La famiglia– operatori e gli anziani, desidera che questa foto sia la memoria di tutto l’amore condiviso e vissuto, alla fine del ciclo di trattamenti Shiatsu-Do al Convento di Belén (Avana / Cuba) Desidera inoltre che al più presto sia possibile, vedere una seconda foto, e una terza…

Un ringraziamento particolare a coloro che hanno reso possibile tutto questo: la generosità di Bernardo Corvi, che ha regalato i tatami, e di Ezechiella e Dolores di Parma che hanno provveduto alla spedizione.