Formando Anime

Francisco è ritornato a Cuba. Un ultimo saluto prima dell’alba, in stazione. Caricate due valigie più grandi di lui. E’ tornato a quella che ora è casa sua. Come saluto, questo suo articolo, e un nuovo link tra i nostri siti amici… (G.)

VISITIAMO IL SITO DELLO SHIATSU DO A CUBA:
HACIENDO ALMAS

http://www.haciendoalmas.cult.cu/


A sentire parlare di un sito che si chiama Haciendo Almas, cioè Formando Anime, a qualcuno verrà in mente il Vaticano ed invece arriva proprio dalla guevariana e fidelista Cuba. Il creatore, pardon, l’anima di questo sito è Ludovico personaggio intrigante ed originale della Cuba sociale e culturale un po’ dentro e molto fuori dagli schemi tradizionali cubani. Per rendersene conto bisogna dedicare alcune parole a Ludovico. Come tanti cubani la sua vita è densa di forti esperienze: la guerra in Angola, il periodo speciale, le dissolvenze familiari perché Miami chiama e Cuba risponde, anni di vita e progettazione artistica, infinite ore di discussioni furibonde con dirigenti burocrati. Finché abbandonò tutto ed iniziò una ricerca spirituale alla scoperta della verità con un percorso che lo avvicina ad alcuni di noi anche se con peculiarità tutte cubane Continua a leggere

Convivialità Vs. Sovrastruttura

Ieri ho avuto il privilegio di accompagnare Francisco alla sede di Bologna per la “Festa Conviviale”. Lascerò raccontare ai padroni di casa com’è andata. Molto bene, comunque, tanto per non tenervi in sospeso. Volevo ragionare, invece, su alcune cose dette da Francisco durante l’incontro. Io e lui ci conosciamo da quasi un lustro e mezzo. Sono entrato in Accademia proprio nel periodo in cui iniziava a fare i corsi a Cuba. All’epoca era molto più qui in Italia che laggiù e, spesso, il giovedì sera, ci intratteneva con bellissime lezioni sui modelli culturali e cose così. Io, devo dire, il grosso dei discorsi che faceva, non lo capivo. Non il senso: proprio non riuscivo a capire le singole parole. Sembrava di ascoltare Enrico Ghezzi, con l’audio e il labiale fuori sincrono. Ooops… detta così suona un po’ male… Il fatto è che parlava con tono di voce molto basso e calante sulle sillabe finali… In questi anni, però, è migliorato molto nelle tecniche di esposizione. Sarà l’aria di Cuba… Comunque. Dicevamo… Francisco l’ho sentito parlare molto, in questi anni. E ogni volta mi ha insegnato un pezzetto in più rispetto alla volta precedente. Ieri c’è stata una rivelazione. Continua a leggere

Il Taoismo conviviale all’Avana

di Francesco Contino

Cari amici, è evidente che le mie riflessioni “teoriche” nate dai progetti a Cuba e nel Chiapas sono intrecciate con le vicende ed emozioni personali. Così è stato per le riflessioni apparse negli articoli “Il realismo magico” e “Incontrare il Tao all’Habana”. Nel primo cercavo di rilevare come ripensando alle storie dei progetti, in realtà quello che risaltava ed emozionava maggiormente sull’orizzonte della memoria, erano i dettagli degli incontri che io chiamavo magici perché rivelatori di altre realtà, marginali in un certo senso ma irrinunciabili per il tentativo di tessere una trama della vita in grado di sopportare le delusioni e frustrazioni dell’io reale e realistico. Nel secondo articolo rivelavo  come l’essere stato costretto ad agire in luoghi non disponibili alle nostre tradizionali strategie didattiche e professionali mi ha condotto a uno Shiatsu-Do che definisco Taoista, perché libero da ogni interferenza dell’Io, per quanto queste possano essere opportune e utili in altri situazioni.  Continua a leggere