Shiatsu per l’Emilia: il lavoro a Concordia prosegue

Questo slideshow richiede JavaScript.


Le ferie sono ormai concluse e riprendono le consuete attività.
Ma il progetto a Concordia non termina. Difficoltà tecniche e problemi logistici dell’ultima ora non ci hanno fermato, ed abbiamo continuato per tutto agosto a fare trattamenti.
Anche nella prima settimana di settembre decine di residenti sono passati sotto i nostri pollici.
Un dato singolare che abbiamo rilevato nel corso dell’ultimo mese, riguarda il fatto che per ogni persona che “ritorna”, dopo aver provato una o più volte, una che si avvicina allo shiatsu per la prima volta le si affianca. Provenienti da Concordia ma anche dai paesi vicini. Tutto questo senza alcun tipo di promozione del nostro intervento, se non il passa parola di chi ha sperimentato su di sè come lo shiatsu sia di grande aiuto dopo un evento traumatico come il terremoto in Emilia è stato. Per tutto il mese di settembre continueremo la nostra presenza regolare durante la settimana – generalmente il mercoledi ed il venerdi – e, occasionalmente, durante i fine settimana.

Ricordiamo a chi ci legge che questo progetto non è tenuto in piedi da “altri” shiatsuka, che sono di buon cuore, hanno tempo, disponibilità, voglia e possibilità. E’ invece tenuto in piedi gente come noi che – a volte anche facendo sacrifici e sopportando costi e disagi – decide disinteressatamente di dedicare anche solo poche ore per aiutare chi stà decisamente peggio.

La nostra presenza a Concordia dopo settembre dipenderà solo dalla presenza di un numero sufficiente di volontari di tal tipo.

Nella speranza di raggiungerlo, un ringraziamento a chi – certamente tanti – offrirà il proprio aiuto.

Marcello Marzocchi e Frida Migliori

Tendopoli di Mirandola

La prima fase del progetto si è felicemente conclusa, come da accordi con il comune di Mirandola e con un ottimo bilancio. Nei 6 week end di presenza abbiamo fatto oltre 430 trattamenti. Abbiamo trattato bambini, anziani, ospiti dei campi di ogni etnia, operatori volontari e capi campo. Tutti, assolutamente tutti quelli che hanno ricevuto i nostri trattamenti ne hanno riconosciuto l’efficacia, il senso di rilassamento  ed il grande valore umano che tale pratica ha portato, anche se solo per un momento, all’interno dei campi. Sono stati coinvolti nella pratica 32 operatori che sono arrivati da ogni parte d’Italia e tutti quanti si sono portati a casa un carico di umanità e calore che gli abitanti dei campi hanno regalato loro. Più di 3000 ore di lavoro sono state donate in totale da questo progetto il che ci riempie di gioia per aver potuto regalare anche noi, piccoli, piccoli, quello che era nelle nostre possibilità. È allo studio una seconda fase del progetto per dare un senso di continuità all’impegno verso le persone colpite dal sisma. Un grazie entito a tutti gli operatori e a tutte le persone che hanno ricevuto i nostri trattamenti.

Un abbraccio

Bernardo Corvi e Attilio Alioli

Annunci

Il progetto in Emilia prosegue…

Questo slideshow richiede JavaScript.

Cari amici,
ecco gli aggiornamenti riguardao alla iniziative “Shiatsu” attivate a sostegno della popolazione emiliana colpita dal sisma.

La Sede Nazionale dell’Accademia Italiana Shiatsu Do, Shiatsu Do Onlus e la Sede di Bologna dell’Accademia, hanno deciso di attivare una collaborazione finalizzata a coordinare le iniziative a favore della popolazione dell’Emilia colpita dal sisma dello scorso maggio costituendo, di fatto, il Coordinamento Nazionale per l’aiuto alla popolazione Emiliana attraverso la pratica dello Shiatsu.

Le tre Associazioni, confrontandosi, si sono trovate d’accordo sulle caratteristiche del nostro intervento – trattamenti Shiatsu per le persone colpite dal terremoto – sull’identità di vedute in merito alle modalità di raggiungimento di tale obiettivo.

Lavorando insieme potremo migliorare l’efficacia del nostro intervento a beneficio dei terremotati. Il vantaggio di coinvolgere i tanti volontari che ci hanno contattati per offrire il loro aiuto, fornendo loro più alternative per un intervento è indubbio e permetterà di ampliare la collaborazione a Shiatsuka di altre formazioni che, in mancanza di interventi organizzati direttamente dalle associazioni di appartenenza, vorranno comunque mettere a disposizione le loro competenze.

Attualmente sono in corso due progetti:

Concordia Sulla Secchia

Dal 27 giugno un gruppo di volontari coordinati dalla Sede di Bologna dell’Accademia ha iniziato un’attività di trattamenti Shiatsu presso il paese di Concordia Sulla Secchia.

Tramite l’interessamento della Famiglia Belli – titolare di una farmacia del paese, fortemente inserita nel suo tessuto sociale ed attiva in mille modi per supportare i compaesani in difficoltà – ci sono state messe a disposizione due stanze, che abbiamo attrezzato con quattro postazioni di lavoro.
Da fine giugno siamo riusciti a garantire una presenza da 2 fino a 4 giornate settimanalmente, trattando decine di abitanti.

Le giornate di lavoro sono fissate in base alla disponibilità dei volontari, sia nel corso della settimana (mercoledì e venerdì riusciamo a garantire una presenza quasi continua) che nel week end (in modo più irregolare). Generalmente lavoriamo dalle 09.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00.

Referenti del progetto sono Marcello Marzocchi e Frida Migliori, rintracciabili allo 051/464714 (se non ci trovate è sempre attiva la segreteria telefonica, ove lasciare un messaggio) o via mail a shiatsu-do@iperbole.bologna.it.
Su questo Blog potrete trovare aggiornamenti sull’avanzamento di questo progetto.

Mirandola

Il week end del 28/29 luglio è partito a Mirandola un nuovo progetto.

Attraverso il comune di Mirandola, assessorato alle politiche sociali e grazie ad un contatto reso possibile da Ezechiella Franciosi di Parma, dopo un lunghissimo iter burocratico, i volontari stanno operando nelle cinque tendopoli presenti nel comune stesso nel corso dei fine settimana, per sei week end consecutivi, da fine luglio fino all’ 1/2 settembre incluso. Come da richiesta specifica del comune l’attività viene svolta per ogni week end in un campo differente; questo per poter rendere fruibile a tutta la popolazione delle tendopoli i trattamenti. Bisogna considerare che la situazione nei campi è particolarmente “pesante” per problemi di ordine pubblico, convivenza forzata di etnie differenti, sanitari, caldo.

Gli orari di lavoro sono dalle 09.00 alle 12.00 (o 13,00) e dalle 15.00 alle 19.00, sia il sabato che la domenica; elastici secondo la necessità. Sono necessari 5/6 operatori per week end, per coprire 4 postazioni di lavoro.

E’ possibile pernottare nelle tende di uno dei campi, portandosi il sacco a pelo. Saranno offerti il pranzo e la cena, la possibilità di farsi la doccia e quant’altro necessario.

Referente del progetto è Bernardo Corvi, rintracciabile allo 339/1209198 o via mail a bernardo@fioreoriente.com.

La linfa di entrambi i progetti sono i volontari, con la loro disponibilità disinteressata e la voglia di aiutare chi sta vivendo una situazione così difficile.

Nella speranza del vostro importantissimo contributo, restiamo a disposizione per qualunque chiarimento riteniate utile.

Un ringraziamento di cuore.
Attilio Alioli, Bernardo Corvi, Marcello Marzocchi

Shiatsu per l’Emilia: iniziano i trattamenti a Mirandola!

Ciao a tutti !
Finalmente, dopo lunghe trafile burocratiche siamo riusciti a far partire il progetto di sostegno alle popolazioni colpite dal terremoto in Emilia.

Con il patrocinio del comune di Mirandola (MO), saremo presenti nelle tendopoli del comune nei seguenti week end:

28 / 29 Luglio
4 / 5 Agosto
11 / 12 Agosto
18 / 19 Agosto
25 / 26 Agosto
1 / 2 Settembre

Gli orari saranno: dalle ore 9,00 alle 12,00 e dalle 15,30 alle 19,00 di sabato e di domenica con la possiblità di prolungare un poco, se necessario, gli orari.

Avremo bisogno di 5 / 6 operatori per ogni week end, in modo da coprire almento 4 postazioni di lavoro con la possibilità di darci un cambio.

Chiediamo, a chi ci ha dato la propria disponibilità per aiutarci a sostenere questo progetto, di mandarci in tempi brevi una comunicazione indicando in quali giorni potrebbe essere presente. Il lavoro di organizzazione dell’evento, come potete immaginare, è molto complicato perciò vi chiedo la cortesia di indicarmi diverse date possibili, in modo da poter organizzare i turni nel migliore dei modi.

Potrete contattarmi via mail all’indirizzo info@fioreoriente.com oppure per telefono al numero 339.120.91.98.

Vi informo che sarà possibile pernottare nelle tende di uno dei campi messi a disposizione dal comune, sarà sufficente portare il proprio sacco a pelo.

Le condizioni in cui andremo a lavorare saranno molto precarie (potete immaginare) quindi chiedo la massima disponibilità nell’accettare qualche (piccolo) disagio.

Per i trasporti vi informo che sarà possibile arrivare in treno a Mirandola dalla Stazione di Bologna (40 minuti circa) oppure in auto uscendo dalla A1 alla uscita Modena Nord e seguendo le indicazioni per Mirandola.

Vi ringrazio di cuore.

Bernardo Corvi, Attilio Alioli
Shiatsu Do Volontariato Onlus